ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE - AUGUSTO CAPRIOTTI
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.Ulteriori informazioniAccetto
giovedì 21 marzo 2019

Annunci

On-line le foto della cerimonia di consegna dei diplomi. Galleria fotografica

 
facebook_IISS.png, 1 kB
comunicati
Albo on-line

Home arrow Capriotti Web Magazine arrow Un viaggio attraverso Calvino
Un viaggio attraverso Calvino
Scritto da IIB AFM   
martedì 22 maggio 2018

<<…se alzi un muro pensa a ciò che resta fuori…>>
                                              Il barone rampante


Italo CalvinoDurante questo primo quadrimestre siamo stati invitati dall’ insegnante di Lettere prof.ssa Lori Manuela a studiare ed approfondire Italo Calvino, in modo molto coinvolgente e stimolante.

Lo scrittore rappresenta uno degli autori più importanti della cultura italiana del secondo dopoguerra, impegnato su grandi temi politici, sociali e culturali.

Nato a Cuba nel 1923, si trasferisce con la famiglia a Sanremo nel 1925. Fondamentale per la sua formazione fu una spiccata educazione laica ed un forte interesse per la natura tanto che, inizialmente, si iscrisse alla Facoltà di Agraria a Torino. Lì conobbe il clima politico che permeava l’Italia, inducendolo a scegliere la Resistenza piuttosto che l’arruolamento nella Repubblica di Salò.
Militò per molto tempo nel Partito Comunista Italiano e successivamente si trasferì alla Facoltà di Lettere di Torino, forse proprio per esprimere le sue idee e confrontarsi con i fervori e le speranze, che si alimentavano dopo la Liberazione del paese.
Amico di Cesare Pavese ed Elio Vittorini lavorò per molto tempo nella casa editrice Einaudi. Gli anni cinquanta videro una piena affermazione dello scrittore con una serie di libri accolti favorevolmente dal pubblico e dalla critica. La contestazione studentesca del ’68, la strategia della tensione, gli anni del terrorismo, la degenerazione della vita politica e civile furono per l’autore fonte di osservazione e spunto di riflessione letti da lontano. Infatti dal 1967 si era trasferito a Parigi, pur continuando a collaborare con le più note testate giornalistiche italiane. Solo nel 1980 tornò in Italia stabilendosi a Roma e poi a Siena, dove morì nel 1985.

Il nostro “Viaggio attraverso Calvino” è iniziato mediante una presentazione generale dell’autore con l’utilizzo della lavagna interattiva multimediale. In seguito, abbiamo approfondito la sua vita, partendo dalla biografia e proseguendo con l’analisi dei vari stili letterari, che Calvino ha adoperato nelle sue opere più importanti.
Come primo lavoro infatti, la docente ha avuto l’idea di farci dividere in gruppi di quattro persone e ad ognuno di essi ha assegnato delle schede, che riportavano delle parti di alcuni romanzi di Calvino:
 
Il sentiero dei nidi di ragno
Il barone rampante
La nuvola di smog
Le cosmicomiche

In essi erano evidenziate determinate parole o frasi, di cui dovevamo interpretare il significato e il messaggio che voleva trasmettere l’autore, aiutandoci a comprendere cosa si nascondesse dietro ogni romanzo.
In seguito, sempre divisi in gruppi, la professoressa ha chiesto a tutta la classe di produrre quattro cartelloni dove inserire le frasi che più ci hanno colpito, prendendo spunto dalle opere di Calvino analizzate precedentemente.
Dopo aver fatto alcune ricerche, colorati e decorati nel modo giusto i nostri cartelloni, li abbiamo presentati alla classe e alla docente, la quale è rimasta molto contenta e soddisfatta del nostro impegno.
Infine, abbiamo appeso i nostri cartelloni al muro della nostra classe, dandole un tocco di vivacità e cultura.
É stato molto divertente questo lavoro perché abbiamo potuto esprimere noi stessi, mediante citazioni altrui che, in qualche modo, ci rappresentavano.

Infine abbiamo letto “Il barone rampante”, scritto da Italo Calvino nel 1957. Il protagonista si chiama Cosimo, un bambino di dodici anni, che sin dalle prime pagine si ribella alla famiglia e scappa per rifugiarsi sugli alberi del suo giardino. Quello che poteva sembrare un episodio passeggero legato ad un capriccio diventerà, invece, uno stile di vita avventuroso e a stretto contatto con la natura circostante. Cosimo vivrà tutta la sua esistenza sugli alberi senza mai toccare terra, acquisendo punti di vista ed esperienze diverse dai suoi amici. La sua testardaggine nel restare ad un livello intermedio tra terra e cielo non lo rende eremita, ma lo porta ad incontrare tante persone con le quali intesse relazioni e storie importanti. Leggere la storia di Cosimo ci ha fatto ripercorrere la nostra infanzia e soprattutto la nostra adolescenza, con tematiche sempre attuali. Inoltre, ci ha proiettato nell’età adulta dove le responsabilità e gli impegni lasciano il tempo della spensieratezza, per realizzare progetti sociali e concretizzare il desiderio di un mondo diverso.

Attraverso la lettura de “Il barone rampante”, sul quale abbiamo anche successivamente scritto una recensione, siamo riusciti a comprendere uno dei pensieri più profondi che Calvino vuole trasmettere attraverso le sue opere: bisogna distaccarsi dalla realtà per comprenderla appieno.

Questo lavoro è stato bellissimo, perché abbiamo potuto studiare uno dei più importanti autori della letteratura italiana in modo alternativo, più diretto ed interessante rispetto alla classica lezione frontale. Ci ha anche aiutato a collaborare e utilizzare il lavoro di squadra a nostro favore, per fare in modo che tutti i componenti del gruppo esponessero la propria opinione per la realizzazione del progetto.

CARTELONI

 
< Prec.   Pros. >
© 2019 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "Augusto Capriotti"
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Via G. Sgattoni, 41 63074 San Benedetto del Tronto (AP)
Codice meccanografico APIS00900A - Codice Fiscale 91038940440
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo