ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE - AUGUSTO CAPRIOTTI
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.Ulteriori informazioniAccetto
giovedì 21 marzo 2019

Annunci

On-line le foto della cerimonia di consegna dei diplomi. Galleria fotografica

 
facebook_IISS.png, 1 kB
comunicati
Albo on-line

Home arrow Capriotti Web Magazine arrow “Costituzione a colazione”
“Costituzione a colazione”
Scritto da Scritto da: Miriam Di Matteo e Matteo Guerrieri, III B AFM   
venerdì 07 dicembre 2018

LA COSTITUZIONE: CIÒ CHE CI SIAMO DATI NEL MOMENTO IN CUI ERAVAMO SOBRI A VALERE PER I MOMENTI IN CUI SIAMO SBRONZI



Il 29 novembre le classi terze e quarte dell’Istituto tecnico e del Liceo Linguistico hanno partecipato all’appuntamento annuale con il dottor Gherardo Colombo in diretta satellitare presso il Palariviera. L’incontro, proposto dall’associazione “Sulleregole” e condotto da PIF, era intitolato “Costituzione a colazione”.

Gherardo Colombo, un magistrato che ha lasciato la magistratura nel 2007 per dedicarsi all’educazione alla legalità, ha cercato di far capire a noi giovani studenti l’importanza della Costituzione.

Interessante è stato lo spunto di riflessione tratto dai filmati riguardanti alcuni tra i più drammatici eventi del Novecento: il lancio della bomba atomica su Hiroshima nel 1945, lo sterminio degli Ebrei nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale, il rogo dei libri nel maggio del 1933 presso l’Opernplatz di Berlino, la distruzione della città di Norimberga da parte delle forze alleate nel 1944.

Il dott. Colombo ha fatto notare che la nostra Costituzione è stata scritta proprio dopo quelle tragedie, per affermare con forza i principi di democrazia e libertà. Particolare rilievo è stato dato alla citazione “la Costituzione è ciò che ci siamo dati nel momento in cui eravamo sobri, a valere per i momenti in cui siamo sbronzi”. E ancora: “l’Italia può essere una democrazia solo se le persone sono importanti allo stesso modo. Se la dignità di qualcuno viene messa in discussione, viene messa in discussione quella di tutti”.

Nell’ultima parte dell’incontro è stato dato spazio alle domande poste da ragazzi di Sud, Centro e Nord Italia. Una di queste riguardava le leggi che negano i diritti fondamentali, come le leggi razziali emanate in Italia nel 1938: “È giusto o meno rispettare le leggi in casi come questo?” La risposta del dottor Colombo è stata netta: “Ribellarsi alle leggi in contrasto con la Costituzione attraverso la disobbedienza civile è un dovere”.

Al termine della discussione, il magistrato ha voluto lanciare una piccola provocazione, visto il contesto, ovvero quella di cercare di diminuire le distanze tra studenti e docenti perché si realizzi una effettiva uguaglianza anche tra i banchi di scuola.


 

 
< Prec.   Pros. >
© 2019 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "Augusto Capriotti"
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Via G. Sgattoni, 41 63074 San Benedetto del Tronto (AP)
Codice meccanografico APIS00900A - Codice Fiscale 91038940440
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo