ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE - AUGUSTO CAPRIOTTI
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.Ulteriori informazioniAccetto
domenica 27 settembre 2020

Annunci

On-line le foto della cerimonia di consegna dei diplomi a.s. 2017/18.
Galleria fotografica

 
facebook_IISS.png, 1 kB
comunicati
Albo on-line

Home
Lettera aperta alla comunità scolastica
Scritto da prof.ssa Elisa Vita   
lunedì 06 aprile 2020

Cari ragazzi,

per alcune settimane mi sono recata a scuola, nel luogo che è stato, e ancora è, la mia “casa” da diversi anni, un luogo sempre vivacizzato dalle voci squillanti di oltre mille giovani. Ho subito provato una sensazione di grande tristezza perché ovunque era silenzio, un silenzio assordante e fastidioso, interrotto soltanto dal suono della campanella che ogni ora continuava a produrre un segnale senza senso. La porta del mio ufficio, sempre aperta per voi, era inspiegabilmente chiusa, l’intervallo silenzioso, i docenti scomparsi. Credetemi, ogni giorno è stato buio e malinconico.

Poi, da circa due settimane, ci hanno detto di chiudere fino a nuovo ordine. Ora il mio lavoro è in smart working. Questa novità ci ha accomunato perché anche voi svolgete il vostro di studenti seguendo le lezioni da casa, costretti a modificare la vostra quotidianità; certo, non è la stessa cosa della lezione frontale a scuola. Purtroppo, come dicevano gli antichi latini “mala tempora currunt”.

Tuttavia questa nuova situazione ci ha offerto l’opportunità di cambiare, di adeguarci ad un nuovo modo di lavorare, di rafforzare le nostre conoscenze informatiche, di apprezzare in modo adeguato l’importanza del rapporto quotidiano con i docenti, con i compagni, con il personale tutto. Sono certa che vi sentiate felici e direi quasi emozionati mentre aspettate il momento di collegarvi e di entrare nell’aula virtuale, poi ascoltate con attenzione la lezione, parlate con i professori, con i compagni, potete vedere i loro visi che ora vi mancano, vi scambiate impressioni, discutete, proponete e organizzate incontri online per approfondire insieme argomenti interessanti.

Leggi tutto...
 
Quando ancora si poteva viaggiare
Scritto da Martina Canale 5C L   
mercoledì 03 giugno 2020

 Siamo stati «ingannati». Eh sì, proprio così, ci era stato detto che dopo una breve passeggiata e un’altrettanto breve visita al Quirinale ci saremmo dedicati allo shopping natalizio. Invece abbiamo trascorso un’intera domenica a parlare di senso civico e amministrazione dello Stato per finire a non avere più voglia di comprare.

La cultura civica ha avuto il sopravvento su di noi, siamo stati completamente rapiti! Aveva architettato tutto la professoressa Marchei, supportata dalle professoresse Virgili e Mattucci. Ma in fondo… «Se voi volete andare in pellegrinaggio dove è nata la nostra Costituzione andate nelle montagne dove caddero i partigiani {…} dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità. Andate lì,o giovani» così Piero Calamandrei, uno dei padri costituenti, descrive il sacrificio da cui è nata la nostra Costituzione.

Leggi tutto...
 
Coronavirus
Scritto da ELISA CISTOLA, III C L   
mercoledì 03 giugno 2020

CORONAVIRUS: L’ISOLAMENTO È ARDUO MA È TEMPO DI PRESERVARE LA NOSTRA UMANITÀ!

MALATTIE INFETTIVE CHE RITORNANO NELLA STORIA UMANA

CoronavirusNella storia ci sono state moltissime epidemie, alcune con conseguenze più leggere, altre con effetti più gravi nella struttura sociale. Basti pensare alla “peste di Atene” scoppiata nel lontano 430 a.C, la quale rese gli ateniesi molto più spietati e meno attenti alla sensibilità umana. O ancora alla peste del 1300, la più terribile delle epidemie di tutta la storia, che uccise circa un terzo della popolazione mondiale e che portó a una contrapposizione sempre più dura tra ricchi e poveri, tanto che nacquero delle rivolte popolari in paesi come Francia, Inghilterra e Italia. La peste si ripresentò, poi, nel 1600 nell’Italia Settentrionale, narrata dall’abile penna di Alessandro Manzoni nei Promessi Sposi. Di seguito, tante altre epidemie, in tempi più recenti, hanno segnato in maniera dolorosa il cammino dell’umanità, fino ad arrivare all’ormai tristemente nota pandemia che ci ha sconvolto la vita: il Coronavirus, causato della diffusione del Covid-19, virus letale che sta allarmando e sta mettendo alle strette tutta la popolazione!

Leggi tutto...
 
L’I.I.S “A. Capriotti” vince il Concorso Euroscola per l'Ambiente
Scritto da prof.ssa Bellesi   
venerdì 24 aprile 2020

 Chi se lo sarebbe mai aspettato? La notizia la scovo in ritardo, tra le decine di mail che affollano ogni giorno la posta elettronica. Il mittente lo conosco bene. Esito ad aprire il messaggio. Mi dico che, se si tratta di ciò che penso, ora, in questo momento, in questa situazione che stiamo vivendo, è cosa davvero irrilevante. Eppure ci abbiamo messo così tanto entusiasmo, io e i miei ragazzi, così tanto impegno e dedizione, io e le mie colleghe! La gigantesca onda anomala chiamata covid ci ha scaraventati tutti fuori dal quel luogo dove trascorrevamo, tra gioie e fatiche, molto tempo delle nostre vite: la scuola.

Qui ha preso forma il nostro progetto, piano piano, giorno dopo giorno: brainstorming per raccogliere le idee, pensieri buttati là, cervelli in azione in cerca di spunti. Alla fine la giusta ispirazione: il video per il concorso sulla tutela ambientale, indetto dal Parlamento europeo a livello nazionale cui l'I.I.S. “Capriotti” ha aderito, assume concretezza.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 6 - 10 di 743
© 2020 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "Augusto Capriotti"
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Via G. Sgattoni, 41 63074 San Benedetto del Tronto (AP)
Codice meccanografico APIS00900A - Codice Fiscale 91038940440
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Dichiarazione di accessibilità