ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE - AUGUSTO CAPRIOTTI
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.Ulteriori informazioniAccetto
lunedì 15 luglio 2024

Annunci

 

 

 

 
facebook_IISS.png, 1 kB
comunicati
Albo on-line

Home arrow Capriotti Web Magazine arrow Progetto Biblioteca - Incontro con l'autore
Progetto Biblioteca - Incontro con l'autore
Scritto da Simona Falleroni, Arianna Sestili, Giada Tiburtini – Redazione Blog   
mercoledì 16 febbraio 2022

Il difficile e appassionante lavoro del lettore

Sabato 5 febbraio, presso la biblioteca dell’IIS “A. Capriotti”, i ragazzi del “Gruppo di lettura”, curato dalla prof.ssa Valentina Faragalli, hanno partecipato a un incontro con Piero Dorfles, autore dell’opera “Il lavoro del lettore. Perché leggere ti cambia la vita”. Hanno preso parte all’iniziativa il sig. Mimmo Minuto, referente e organizzatore dell’incontro, e la prof.ssa Domenica Tranquilli, già insegnante del nostro Istituto, entrambi membri dell’associazione culturale sambenedettese “I luoghi della scrittura”. È intervenuto anche il prof. Enrico Piasini, Dirigente Scolastico del “Capriotti” che ha ringraziato l’illustre ospite per la sua presenza e ha ulteriormente sottolineato l’importanza della lettura come mezzo di arricchimento personale.

Dorfles ha risposto alle domande con disponibilità e precisione sia in relazione alla composizione del libro sia per soddisfare le curiosità degli studenti a proposito dei suoi gusti e dei suoi criteri di selezione personale delle letture.

Il libro nasce dal desiderio di stimolare lo spirito critico e l’apertura mentale, di incoraggiare la lettura e di dimostrare che “il lavoro del lettore” è il più bello che esista. Non a caso Dorfles sceglie proprio questo come titolo della sua opera e sottolinea che “chi non sa leggere si trova un po’ nella condizione di chi non sa nuotare: non ha la possibilità di fare un’esperienza unica”. Imparare a leggere è un’attività faticosa che comporta grandi sforzi e necessita di un allenamento continuo ma che, allo stesso tempo, riesce anche ad arricchire le nostre riflessioni, a migliorare noi stessi e ad adeguare le nostre capacità alla complessità del mondo in cui viviamo.

“Il lavoro del lettore”, dunque, è un “libro che parla di libri”: è un’opera particolare perché in dieci capitoli approfondisce varie tematiche riguardanti l’esperienza umana attraverso una carrellata di proposte di lettura, selezionate non in base ai gusti dell’autore ma perché ritenute particolarmente significative, esemplificative e adatte ad affrontare al meglio ogni singolo tema. Per questo tra i quasi ottanta libri citati non è possibile individuarne uno più importante o più interessante degli altri.

Nel dialogo con gli studenti il professor Dorfles ha, inoltre, risposto con grande entusiasmo alla domanda relativa alla sua personale passione per la lettura, stimolata inizialmente dai libri di avventura che ogni sera la madre leggeva per lui prima di andare a dormire e che hanno alimentato la sua fantasia e la sua immaginazione. Ha poi incrementato tale curiosità attraverso la piccola biblioteca della sua Scuola Elementare e grazie all’incondizionato accesso a tutti i libri che aveva a disposizione a casa. La passione per la lettura, quindi, nasce e si coltiva fin da bambini, si alimenta a poco a poco attraverso tutti gli stimoli possibili e, soprattutto, si apprende nel corso degli anni. Importantissima è la “scelta del genere adatto, più giusto, che rispecchi i propri gusti, ma soprattutto che non costituisca una forzatura, affinché si possa conseguire una lettura più efficace e appassionante”: la famiglia e la scuola hanno, in questo senso, un ruolo fondamentale nell’incentivare una lettura veramente coinvolgente.

Dorfles ha salutato i ragazzi ricordando che bisogna apprendere il “lavoro del lettore” così come si impara un qualsiasi altro mestiere. La letteratura è un’avventura affascinante e impegnativa che ci insegna che siamo tutti diversi l’uno dall’altro e che la diversità è un valore. Ciò che ci è estraneo merita attenzione e rispetto poiché ci mette a confronto con realtà differenti, lontane da noi nel tempo e nello spazio, ci permette di confrontarci con l’altro e di comprenderlo al meglio.

DICONO DI NOI:

La Nuova Riviera

https://www.facebook.com/1052716771423880/posts/5327204623975052/

Il Mascalzone

https://www.facebook.com/185836228454300/posts/1593126771058565/

Ancora On Line

https://www.facebook.com/100063569114643/posts/356171559845145/

 

 
< Prec.   Pros. >
© 2024 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "Augusto Capriotti"
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Via G. Sgattoni, 41 63074 San Benedetto del Tronto (AP)
Codice meccanografico APIS00900A - Codice Fiscale 91038940440 - Telefono 0735656349
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - Dichiarazione di accessibilità